Rc auto contraffatte, la nuova segnalazione dell’Ivass

di Fabiana Commenta

Nuova allerta dell’Ivass che ha segnalato l’ennesimo sito internet truffa che vende assicurazioni auto, ma senza avere le necessarie autorizzazioni previste dalla legge e pertanto, senza la possibilità di poter tutelare il cliente in caso di incidente.

rc auto, ivass

Segnalata la promozione di polizze Rc auto aventi durata temporanea” tramite il sito www.BolognesiAssicurazioni.it “che riporta la denominazione di un intermediario che, tuttavia, ha dichiarato la propria totale estraneità alle attività svolte tramite esso.

Riporta la nota Ivass che segnala il sito

www.BolognesiAssicurazioni.it 

come falso.

Anche in questo caso l’Ivass ha operato i necessari controlli e ha accertato che “l’attività di intermediazione assicurativa svolta attraverso tale sito è irregolare e, conseguentemente, ne ha chiesto l’oscuramento alle Autorità competente.

La modalità della truffa è sempre la stessa, come ricorda l’Ivass: il sito di cui è stato richiesto l’oscuramento, non è riconducibile a un intermediario assicurativo iscritto nel registro unico degli intermediari assicurativi e lavora praticamente truffando il cliente.

Il finto assicuratore realizza dei falsi documenti assicurativi che in realtà hanno numeri reali di polizze già attivate da altri automobilisti che sono ignari di ciò.

Ma come difendersi?

L’Ivass raccomanda di essere particolarmente accorti nella sottoscrizione via internet di contratti assicurativi, ma per poter conoscere con esattezza il nome e i dati delle agenzie e delle compagnie assicurative si può consultare l’elenco direttamente su www.ivass.it che riporta i nomi delle imprese italiane e degli Elenchi delle imprese estere che sono ammesse ad operare in Italia.

Si tratta in particolare di elenchi generali ed elenchi specifici per le compagnie assicurative che consentono di poter capire se la compagnia assicurativa si affidabile e se è realmente esistente o rendersi conto se ci si trovi davanti a imprese non autorizzate e a casi di di contraffazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>