Apple Pay, come funziona il nuovo servizio di pagamento

di Fabiana Commenta

È ufficialmente arrivato anche in Italia, Apple Pay il nuovo servizio di pagamento disponibile su iPhone lanciato dalla Apple nel 2014. l’Italia diventa il 16esimo paese che consente di poter pagare le spese direttamente con il proprio iPhone (dal 6 in su)  e su Apple Watch. Vediamo come funziona pagare con Apple Pay.

apple pay

Innanzitutto è necessaria la presenza di dispositivi contactless all’interno dei negozi fisici in cui si intenda utilizzate il servizio dato che Apple Pay trasforma il proprio iPhonein una specie di ‘carta di credito’. 

Fino ad oggi Apple Pay funziona con Visa e Mastercard purché collegata a Unicredit, Carrefour Bank, Mediolanum e American Express che hanno aderito alla modalità di pagamento così come anche Carrefour Italia, che ha attivato il servizio fin da oggi.

Entro la fine dell’anno si ipotizza che il numero dei circuiti in ogni caso possa aumentare. Vediamo come funziona e quanto è sicuro pagare con Apple Pay.

Il pagamento avviene tramite tecnologia NFC che consente di appoggiare semplicemente l’iPhone ai dispositivi POS “contactless” (come avviene per le attuali carte di credito). E la sicurezza? Sarà garantita dal Touch ID, il lettore di impronte digitali o dal codice di sicurezza inserito dall’utente.
Prima di utilizzare il servizio chiaramente sarà necessario associare la propria carta all’iPhone: verrà creato un account crittografato, un chip certificato dalla banca che resterà sempre associato al telefono, anche in caso di eventuale perdita dell’apparecchio. Nel momento in cui si effettua il pagamento, il chip fornisce al POS il numero di account e il codice di sicurezza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>